"L’Organizzazione Mondiale della Sanità e le Case Farmaceutiche" di Salvador Freixedo e Magdalena del Amo

"L’Organizzazione Mondiale della Sanità e le Case Farmaceutiche" di Salvador Freixedo e Magdalena del Amo

Fino a poco tempo fa qualsiasi disposizione che venisse dall’Organizzazione Mondiale della Sanità era indiscutibile, tanto dalle istituzioni quanto dai cittadini in generale. Non erano ancora di dominio pubblico gli affari loschi e la lotta d’interesse di questa entità nata per tutelare la salute della popolazione mondiale. Può darsi che questo intento si sia realizzato all’inizio, ma nell’attualità certamente no. La verità è che ciò che prima sapevano solo in pochi, e che pochi altri semplicemente sospettavano, è ora di pubblico dominio: la OMS, imitando sua madre, la rispettabilissima ONU, è uno degli organismi più corrotti al mondo. Di fronte a questo non si può rimanere impassibili, perché qui non si tratta delle prevaricazioni, delle tangenti o delle macchinazioni volte ad alterare il prezzo degli oggetti – delitti a cui siamo così abituati –, si tratta invece di qualcosa di così serio come la salute della gente e del pianeta nel suo insieme, con la sua flora e la sua fauna. Il grande problema dell’OMS è che poco a poco si è andata separando dai suoi propositi iniziali. Curiosamente, questo suol succedere quando di mezzo ci sono i soldi che comprano le volontà. Al principio l’entità era finanziata dai 194 paesi che ne facevano parte, come determinato dai suoi statuti. Ciascun paese apportava una quota fissa obbligatoria e proporzionale al suo reddito pro capite, però, secondo le fonti stesse dell’OMS, questa quota è diventata progressivamente insufficiente per far fronte a tutte le spese. Il problema grave è che è andata privatizzandosi e attualmente dipende dalle donazioni private e dalla grande industria farmaceutica. E qui ritroviamo ancora l’ineffabile Bill Gates, che attraverso la sua fondazione è colui che apporta la maggior somma. Non per filantropia, come abbiamo già detto altrove, bensì per l’interesse personale di dominare il mondo e controllare la popolazione. Le società che contribuiscono all’OMS con le somme maggiori sono GlaxoSmithKline, Novartis, Sanofi Pasteur e Merck. Curiosamente, queste quattro società sono le principali produttrici di vaccini. Chi ha i soldi, ha il potere; e chi paga, comanda. Pertanto, queste multinazionali sono quelle che decidono quali programmi finanziare con i propri soldi. In questo modo, la fondazione Bill & Melinda Gates finanzia solo i progetti a cui Bill è interessato.

Tratto da: “COSPIRAZIONI CONTRO L’UMANITÀ. L’agenda dei padroni del mondo” di Salvador Freixedo e Magdalena del Amo, in uscita a settembre in Spagna

Per Leggere i Libri di Salvador Freixedo in Italia: CLICCA QUI

Commenti